Il Libro

Silvia Maggi


Dai Frammenti di Luce di Silvia Maggi emerge, fin dai primi versi, un forte e passionale temperamento. La silloge si apre, infatti, con un’immagine chiarificatrice dello spirito e dell’intellettualità di una poetessa che sa cogliere al volo delle sfumature vitali che prendono sostanza e si trasformano in piccoli racconti, legati l’un l’altro dal desiderio di ricerca di un senso assoluto che, grazie ad analisi e interrogativi costanti, schiude passione e significato. Momenti luminosi e incisivi trasferiti sulla carta stampata, narrazioni poetiche estratte da esperienze reali, quotidiane e intime dell’autrice, creano una continua sovrapposizione tra i frammenti di felicità e quelli di sofferenza. Sulla strada della poetessa si incontrano, infatti, entusiasmo e dolore, fatica e serenità, perché la silloge coglie la perenne oscillazione dell’esistenza tra precarietà ed eternità. Non c’è quasi mai la ricerca della rima nel grande fluire delle parole. Quella di Silvia Maggi è, invece, una poesia che, a tratti, si avvicina alla prosa e che offre, in questo modo, la possibilità di poter descrivere il proprio vissuto. Ma è, al contempo, profondamente lirica perché mantiene il fascino di quell’esperienza poetica che è in grado di dare voce all’animo. (dalla prefazione)

Silvia Maggi è nata a Roma il primo febbraio del 1979. Laureata in Filosofia, con Frammenti di luce è alla sua prima pubblicazione letteraria.

       
      Il Libro
       
      L'Incipit
       
      Notizie
       
      Contatti