Il Libro

Marina Catalano Mc Vey


Riecheggiano tra le calli strette le voci della sua infanzia, i passi svelti alle prime luci dell’alba. Caterina torna a Venezia dopo lunghi anni d’assenza e subito l’assalgono ricordi ed emozioni: nel suo peregrinare per il mondo, saziando la sete di conoscenza e di avventura, ella non ha smarrito il filo che la riconduce lì, magicamente, a godere ancora del fascino sublime della laguna, ad amare e contestare quella dolce culla, troppo stretta per i sogni di una ragazza. È lì che affondano le sue radici, è lì che la vita può ricominciare a fiorire, come un glicine inebriato nell’aria profumata di salso e alghe marine. Ma non è tutto oro, si sa, quel che luccica, e le meschinità che l’avevano spinta a fuggire, in modo del tutto inaspettato, investono violentemente Caterina, trascinandola in un giallo che ammanterà di mistero il suo soggiorno veneziano... Un romanzo costruito con abilità, colorato di tinte rosa e arancio, acquarello di un tramonto lagunare di un’autrice alle prese col proprio vissuto.



Marina Catalano Mc Vey è nata a Bologna nel 1947. Ha vissuto a lungo a Venezia, dove ha concluso gli studi universitari in Lingue e Letterature Straniere. Traduttrice e insegnante, oggi vive a Las Terrenas (Samana) sulla costa nord della Repubblica Dominicana, dedicandosi alla scrittura e a progetti di sostegno allo sviluppo dell’area.

       
      Il Libro
       
      L'Incipit
       
      Notizie
       
      Contatti